Mercoledì 21 Febbraio
meteo Meteo
cinema Cinema
pubblicita Pubblicità
Home Attività Economiche Associazioni Notizie Articoli Link Contattaci
» La comunicazione mette in crisi il nuovo sistema di Raccolta Rifiuti «
I nuovi criteri di raccolta rifiuti hanno generato problemi e disservizi. Per capire cosa si sia inceppato nel nuovo funzionamento, abbiamo  intervistato il dottor Davide Pavan, responsabile del Settore Servizi del Consorzio Chierese che gestisce la raccolta dei rifiuti.
 

I cittadini hanno avvertito un problema di comunicazione sulle nuove modalità di raccolta. Avete ricevuto molte proteste?
 
"Il problema di comunicazione è stato reale, dovuto soprattutto ad una distribuzione dei calendari fatta in ritardo in alcune zone. La Cooperativa a cui era stato affidato l’incarico è stata allontanata già da 20 giorni e non riceverà alcun compenso. A metà ottobre abbiamo provveduto a sanare il disservizio con una nuova distribuzione nelle zone non servite, ad opera di un’altra Ditta.
Nonostante il disservizio, la maggior parte delle telefonate che riceviamo non sono di proteste, ma soprattutto di richiesta informazioni. In questo devo dire che i cittadini stanno dimostrando un notevole spirito di collaborazione e di comprensione per questa delicata fase di transizione.
Per quanto riguarda l’informazione in generale, era stato dato comunque ampio spazio sulle novità in arrivo nel nostro periodico Agendambiente, che viene recapitato nella buca di tutti gli utenti. In particolare nel numero di Dicembre 2008 (NDR: non è un errore, si tratta dell'anno passato) avevamo annunciato sia la riduzione delle frequenze sia la necessità di sostituzione dei contenitori piccoli di carta e vetro, al fine di contenere il più possibile i costi".


Anche il sito web è apparso poco chiaro negli aggiornamenti (necessità di scaricare tutti i 12 pesanti file PDF per conoscere la zona di appartenenza) e piuttosto lento nelle ore tipiche di utilizzo (tardo pomeriggio e serali).
 
"Il sito web è stato aggiornato con i nuovi calendari il giorno 1 Ottobre, infatti fino al giorno precedente erano in vigore i vecchi calendari e ritenevamo che potesse creare confusioni inserire nel sito 2 diversi calendari, fra l’altro riguardanti zone di raccolta con estensioni diverse. Invece dal 1 Ottobre sul sito i nuovi calendari hanno preso il posto dei vecchi”.
"Il sito internet da alcuni giorni, nella sezione Calendario raccolte, ha una specifica funzione “in quale zona di raccolta abito” per cui, inserendo Comune e via di residenza, è possibile conoscere la propria zona di raccolta. In merito alla lentezza, io ho effettuato una prova da casa mia (ho una ADSL Alice base) ed il tempo di scaricamento è stato, in ore serali, di circa 35 secondi (i files sono di dimensioni variabili tra 1 e 2 MB). Tra l’altro il server web (interno al Consorzio) è raggiungibile attraverso una linea ADSL professionale (Alice Business) con banda minima garantita, che al momento si è dimostrata assolutamente idonea all’uso cui è destinata ed al bacino d’utenza servito". (NDR: i sistemisti della nostra redazione confermano che durante i 15 giorni cruciali per il reperimento dei calendari le pagine erogate dal webserver interno del consorzio erano quasi inaccessibili da qualsiasi tipo di connettività, inoltre ci permettiamo di rilevare che una ADSL per la sua natura asimmetrica è totalmente inadatta all'erogazione stabile ed efficace di pagine web pubbliche, nemmeno se si trattasse di HDSL si raggiungerebbero livelli di servizio paragonabili con un servizio di hosting professionale meno costoso: l'aggettivo "professionale" abbinato all'ADSL è un escamotage del marketing aziendale del fornitore e nulla più).


Nonostante i disservizi informativi, come sta procedendo la nuova raccolta rifiuti ?

"Nonostante il disservizio sui calendari, la raccolta procede bene. I primi dati concreti (e ufficiali) si avranno nei prossimi mesi, ma già fin d’ora si può osservare, girando per le strade, che, nei giorni di raccolta, i contenitori da svuotare sono molto più numerosi rispetto al passato e questo fa sì che i giri dei camion siano molto più produttivi, in termini di quantità raccolte, con conseguente ottimizzazione dei costi. Stiamo cercando di far capire agli utenti che, senza il taglio delle frequenze, i costi sarebbero aumentati di molto mentre ad oggi i nostri costi di raccolta sono i più bassi a livello provinciale.
Come accennato prima, il problema è ora risolto completamente e tutti i cittadini dovrebbero essere in possesso del nuovo calendario (infatti non stiamo più ricevendo alcuna telefonata di richiesta). Coloro che, per qualsiasi motivo, dovessero ancora esserne sprovvisti, possono scaricarlo dal sito www.ccs.to.it, richiederlo al Consorzio via telefono o e-mail o recandosi presso i nostri Uffici in Strada Fontaneto 119 o all’Ecosportello". (NDR: abbiamo fatto presente che in diverse piccole vie secondarie i calendari non sono mai stati recapitati).

Noria Nalli 


  [ Indietro ]  Stampa questa pagina

 
 

Attività Economiche
Numeri Utili
I Servizi
Storia e Cultura
Il Territorio
Cinema
Download
Link Consigliati
Il ghetto di Chieri
I Catari
I Templari a Chieri
I Re e gli Imperatori a Chieri
I Papi
Chieri nella Preistoria
Chieri nell'Epoca Romana
I Dolci
La Bagna Cauda
I vini tipici di Chieri
I Rubatà di Chieri
Il Duomo di Chieri
A.S.D. Chieri Rugby
A.s.d. San Giacomo Chieri
Chieri Calcio
Paralimpiadi Torino 2006
Biglietteria Torino 2006
Olimpiadi Torino 2006
Addizionali IRPEF

 
 
 
Quali argomenti, relativi al Chierese, vorresti che venissero approfonditi?
eventi culturali
tempo libero
sport
politica
cronaca
altro
 
Chieri