Mercoledì 21 Febbraio
meteo Meteo
cinema Cinema
pubblicita Pubblicità
Home Attività Economiche Associazioni Notizie Articoli Link Contattaci
» Regionali 2010: Pierangelo Cumino - UDC (Bresso) «
Pierangelo Cumino, 54 anni, nato a Riva presso Chieri, imprenditore agricolo già responsabile a Bruxelles dei giovani agricoltori italiani per oltre un decennio è candidato UDC nella coalizione Bresso.
 
Questa campagna elettorale sembra essere molto incentrata sulle  "grandi opere" come  TAV e Tangenziale Est.
 
”Le grandi opere sono necessarie e devono essere realizzate, naturalmente con il maggiore rispetto possibile dell’ambiente e dei terreni agricoli, che, soprattutto nel caso della tangenziale est, devono essere rispettati e salvaguardati. Chiaramente bisogna rispettare il progetto messo a punto dal Politecnico e ripensare la barriera di pagamento da Sant’Anna. Nel caso della Tav, sinceramente non capisco le critiche ad un progetto che permette di effettuare comodi ed efficaci trasporti su ferrovia”.
 
A questo grande battage mediatico corrisponde un  reale interesse da parte dei cittadini?
 
“Sicuramente alla gente non importa nulla delle tematiche che ritiene più astruse. Certo nel caso della Tangest soffriranno disagi durante la realizzazione, ma poi i vantaggi saranno indubbi”.
 
Per Chieri è nevralgico il discorso del rilancio del commercio, ma anche  del traffico congestionato, della mancanza di parcheggi e delle conseguenze di una politica di edificazione esagerata. Sono tematiche importanti per gran parte delle cittadine storiche piemontesi.
 
“Si sono stati concessi troppi permessi abitativi nelle aree industriali dismesse e si sono creati grandi agglomerati inseriti in una viabilità, che risale all’800. Per questo motivo serve la tangenziale est e la realizzazione di servizi pubblici, che sono davvero carenti. Il rilancio del commercio è poi legato all’ambito turistico ed enogastronomico. La rinascita del commercio e' fortemente legata a questi settori. Chi viene a Chieri, per acquistare deve anche trovare accoglienza. Nevralgico è anche il rilancio del tessile, che necessita di macchinari più moderni e all’avanguardia.  Mi sta poi particolarmente a cuore la questione del lago di Arignano. Non deve essere svuotato, ma tenuto ad un certo regime d’acqua per non rovinare fauna ed ecosistema. Questo lago è stato creato duecento anni fa dai Savoia ed è folle dismetterlo, come qualche tecnico regionale aveva proposto”. 
 
 
Noria Nalli

  [ Indietro ]  Stampa questa pagina

 
 

Attività Economiche
Numeri Utili
I Servizi
Storia e Cultura
Il Territorio
Cinema
Download
Link Consigliati
Il ghetto di Chieri
I Catari
I Templari a Chieri
I Re e gli Imperatori a Chieri
I Papi
Chieri nella Preistoria
Chieri nell'Epoca Romana
I Dolci
La Bagna Cauda
I vini tipici di Chieri
I Rubatà di Chieri
Il Duomo di Chieri
A.S.D. Chieri Rugby
A.s.d. San Giacomo Chieri
Chieri Calcio
Paralimpiadi Torino 2006
Biglietteria Torino 2006
Olimpiadi Torino 2006
Addizionali IRPEF

 
 
 
Quale azione ritieni prioritaria per il Chierese?
edilizia abitativa
favorire nuovi insediamenti industriali
favorire la creazione di un centro direzionale per aziende di servizi
parcheggi e viabilità
riorganizzazione del centro storico
potenziare l'ASL
servizi sociali
 
Chieri