Giovedì 29 Febbraio
meteo Meteo
cinema Cinema
pubblicita Pubblicità
Home Attività Economiche Associazioni Notizie Articoli Link Contattaci
» Teleriscaldamento: intervista all'assessore Civera «

Proseguono i nostri approfondimenti sul tema del teleriscaldamento. Per conoscere meglio alcuni aspetti del progetto, che diventerà operativo entro l'ottobre del 2008,  abbiamo intervistato Riccardo Civera, assessore comunale all'ambiente.

Il teleriscaldamente diventerà in breve una realtà per Chieri. E' vero che consentirà ai cittadini un risparmio tra il 10 ed il 15% del consumo di gasolio e di metano?

"Certo, ma una delle spinte principali alla sua realizzazione è la diminuzione dell'inquinamento. Si potranno così abbattere le famigerate polveri sottili, come l'ossido di zolfo e di azoto. L'obiettivo era quello di eliminare le centrali termiche dei singoli condomini, ancora alimentate a gasolio e nafta. Il risparmio di combustibile riguarderà non solo le utenze private, ma  anche quelle pubbliche e comunali. Nel giro di due anni dovremmo registrare un risparmio del 15-20% sul costo del riscaldamento. Inoltre per le utenze più grosse, la trasformazione da impianto normale a teleriscaldamento sarà gratuita e permetterà comunque di contenere moltissimo anche i costi di manutenzione degli impianti".

Alcune perplessità sono nate circa la scelta del combustibile usato. Si tratta di olio di colza?

"Assolutamente no. Sarà gas metano".

Quindi non ci sarà un aumento dell'inquinamento, causato dall'arrivo di automezzi per il trasporto di quest'olio dall'esterno?

"E' una polemica inconsistente. Il metano "viaggerà" con le tubature del teleriscaldamento, non causando impatti ambientali di alcun genere".

Però qualche disagio si sta registrando ...

"Si, i disagi si sono registrati negli ultimi 8 mesi e soprattutto dopo Natale per gli scavi delle reti sotterranee e  la posa dei cavi del teleriscaldamento. Interruzioni stradali e cantieri hanno causato purtroppo qualche problema alla cittadinanza. Dobbiamo realizzare 25 km di tubature. Ora i lavori sembrano andare lentamente perchè stiamo sistemando i cavi più pesanti e le reti più laboriose. Conclusa questa parte dell'operazione tutto dovrebbe procedere più in fretta. Inoltre pochi sanno che, in alcuni punti, si approfitta dello scavo anche per sostituire cavi di altro genere deteriorati. In via Vittorio ad esempio, sono stati cambiati 35 metri di una vecchia fognatura."

Un risparmio di lavoro insomma.

"Sicuramente sì. Inoltre gli scavi servono anche per la posa di altre reti di condutture sotterranee destinate a differenti servizi. E' la cosiddetta perlinatura della città".

Si produrrà solo calore o anche energia elettrica?

"Anche energia elettrica. Si tratta di un impianto di cogenerazione, con due motori che produrranno elettricità per la rete Enel".

Motori già esisteni o nuovi?

"Due nuovi motori navali, che verranno posati nelle centrali elettriche in corso di realizzazione nell'area industriale di Fontaneto".
 
Noria Nalli

  [ Indietro ]  Stampa questa pagina

 
 

Attività Economiche
Numeri Utili
I Servizi
Storia e Cultura
Il Territorio
Cinema
Download
Link Consigliati
Il ghetto di Chieri
I Catari
I Templari a Chieri
I Re e gli Imperatori a Chieri
I Papi
Chieri nella Preistoria
Chieri nell'Epoca Romana
I Dolci
La Bagna Cauda
I vini tipici di Chieri
I Rubatà di Chieri
Il Duomo di Chieri
A.S.D. Chieri Rugby
A.s.d. San Giacomo Chieri
Chieri Calcio
Paralimpiadi Torino 2006
Biglietteria Torino 2006
Olimpiadi Torino 2006
Addizionali IRPEF

 
 
 
Quale azione ritieni prioritaria per il Chierese?
edilizia abitativa
favorire nuovi insediamenti industriali
favorire la creazione di un centro direzionale per aziende di servizi
parcheggi e viabilità
riorganizzazione del centro storico
potenziare l'ASL
servizi sociali
 
Chieri