Sabato 20 Luglio
meteo Meteo
cinema Cinema
pubblicita Pubblicità
Home Attività Economiche Associazioni Notizie Articoli Link Contattaci
» Il Comune cambia le regole su cubature e alienazioni: approvata la variante numero 20 al Piano Regolatore di Chieri «
Favorito il recupero di vecchi edifici ma anche il discusso "mercato delle cubature" con l'allentamento di alcuni vincoli.
 
Il Consiglio comunale ha dato il via libera alla variante 20. E con essa anche a importanti modifiche al Piano regolatore chierese: addio alla destinazione a uso pubblico di aree ed edifici che il Comune vuole vendere; via alla ricognizione della cubatura all’interno delle aree a servizi di proprietà del Comune: ciò consentirebbe, in futuro, di cedere e realizzare in altre aree di completamento addirittura più di 151 mila metri cubi; quindi l’adeguamento alla legge regionale che ha liberalizzato le licenze per la somministrazione di bevande e alimenti: aumentano però gli standard da versare al municipio, con l’obbligo di realizzare parcheggi in loco se l’attività è in periferia o di “monetizzarli” se il locale si trova in centro; poi si è deciso un incremento del 2% della superficie territoriale concessa, secondo la legge, per attività commerciali, direzionali o produttive; infine, la variante 20 contiene richieste di modifica di perimetrazioni, possibilità di interventi e cambi destinazioni d’uso proposte da privati.

Come descritto, sono molti gli argomenti di rilievo inseriti nella modifica al Piano regolatore. Ma la più discussa e criticata dalla minoranza è di certo quella che riguarda l’eliminazione della destinazione a uso pubblico su quattro proprietà che il Comune ha scelto di alienare: in via San Giorgio 17, palazzo Diverio e le relative pertinenze, quindi anche il giardino anteriore; l’edificio al civico immediatamente successivo, il quale oggi ospita il centro anziani; il palazzo delle associazioni in via della Pace; infine, il giardino compreso tra via Albussano e piazza Mazzini: alla piccola area verde si accede dall’immobile che oggi ospita l’ambulatorio dell’Asl ma che dovrebbe essere liberato (e alienato) appena sarà terminato l’ampliamento dell’ospedale.

Sempre in tema di interesse pubblico il documento urbanistico appena approvato tocca anche il futuro parcheggio multipiano di piazza Dante: è stato individuato come superficie da destinare a standard per il terziario (parcheggi e monetizzazioni) il primo livello interrato (6 mila metri quadri). Ma la variante 20 non tocca solo edifici pubblici ma anche molti edifici privati che devono essere riqualificati: a causa delle rigidità e degli errori del Piano regolatore, finora non è stato possibile in molti casi ma la revisione appena approvata dal Consiglio punta proprio a superarli.
Il documento urbanistico ha accolto anche 33 richieste arrivate da cittadini chieresi. Alcune riguardano il recupero di immobili degradati del centro, ma ci sono anche modifiche di perimetrazioni di aree allo scopo, per esempio, di svincolare gli edifici da Piani di recupero mai decollati; cambi di classificazione di proprietà quando non corrispondono alla situazione oggettiva. Un paio di richieste non arrivano da comuni cittadini ma da due alberghi chieresi che chiedono di reinventarsi: l’ Hotel La Maddalena di via Fenoglio e l’ albergo Tre Re di corso Torino hanno ottenuto il via libera a trasformarsi, eventualmente, in case di riposo, di cura, convitti o alloggio per studenti.

Tra i privati c’è anche la Tecno Belt siten, azienda produttrice di nastri tecnici con sede in viale Fasano 14: lo stabilimento verrà trasferito a Fontaneto ma il privato ha chiesto di trasformare l’attuale sito in area commerciale. Ciò consentirebbe l’acquisto da parte della proprietà del confinante supermercato Famila, interessato all’area in questione.
Aveva l’obiettivo del trasferimento anche la richiesta dell’ Autoricambi Fasano, attualmente al civico 68 del viale omonimo: con la variante 20 è stato approvato il cambio di destinazione d’uso per un’ex tintoria di strada Fontaneto dove vorrebbe appunto trasferirsi l’officina.
 
(Riproduzione Riservata)
 

  [ Indietro ]  Stampa questa pagina

 
 

Attività Economiche
Numeri Utili
I Servizi
Storia e Cultura
Il Territorio
Cinema
Download
Link Consigliati
Il ghetto di Chieri
I Catari
I Templari a Chieri
I Re e gli Imperatori a Chieri
I Papi
Chieri nella Preistoria
Chieri nell'Epoca Romana
I Dolci
La Bagna Cauda
I vini tipici di Chieri
I Rubatà di Chieri
Il Duomo di Chieri
A.S.D. Chieri Rugby
A.s.d. San Giacomo Chieri
Chieri Calcio
Paralimpiadi Torino 2006
Biglietteria Torino 2006
Olimpiadi Torino 2006
Addizionali IRPEF

 
 
 
Quale azione ritieni prioritaria per il Chierese?
edilizia abitativa
favorire nuovi insediamenti industriali
favorire la creazione di un centro direzionale per aziende di servizi
parcheggi e viabilità
riorganizzazione del centro storico
potenziare l'ASL
servizi sociali
 
Chieri