Martedì 25 Giugno
meteo Meteo
cinema Cinema
pubblicita Pubblicità
Home Attività Economiche Associazioni Notizie Articoli Link Contattaci
27-05-2009
E' stato presentato nei giorni scorsi a Chieri "Morire è un attimo", il romanzo noir del giornalista e scrittore Giorgio Ballario, pubblicato dalle Edizioni Angolo Manzoni. La storia si svolge nell'Eritrea italiana degli Anni Trenta.

L'autore ci ha rilasciato una breve intervista:


 
La scelta del noir esprime una tua predilezione per questo genere ?
 
“Sì, come lettore sono sempre stato appassionato del genere giallo e noir, a partire dai romanzi di Maigret. Poi ho letto un po’ di tutto in questo campo: dall’hard-boiled americano ai “padri” del noir italiano come Scerbanenco. In linea di massima preferisco gli scrittori europei, fra i contemporanei potrei citare lo svedese Mankell, lo spagnolo Vazquez Montalbàn (che purtroppo è morto alcuni anni fa), il francese Izzo e il greco Markaris. Nella pattuglia dei miei preferiti c’è anche una donna, Alicia Gimenez Bartlett, in un genere che solitamente viene considerato maschile ma ultimamente vede sempre più scrittrici interessanti”.
 
Originale è anche l’ambientazione storica
 
“Sì, mi interessava affrontare un periodo trascurato nella storia italiana e un fenomeno, il colonialismo in Africa, di cui si sa poco e non è mai stato molto sfruttato dagli scrittori italiani. Anche se lo scorso anno due ottimi romanzi – “L’ottava vibrazione” di Carlo Lucarelli e “L’inattesa piega degli eventi” di Enrico Brizzi – sono stati ambientati proprio nell’Africa orientale italiana, sia pure in anni diversi dal mio “Morire è un attimo”. Per poterlo fare ovviamente ho dovuto documentarmi, anche con testi dell’epoca, e cercare di ricreare un ambiente il più possibile fedele alla realtà storica e sociale dell’epoca”.
 
Il nostro presente politico non ti intriga per una storia dai risvolti misteriosi ?
 
“Le storie misteriose mi intrigano sempre, ma il nostro presente è già sufficientemente scandagliato non solo dalle cronache giornalistiche, ma anche da ottimi romanzieri. Non è escluso che in futuro ci provi anch’io… anzi qualcosa ho già scritto, un noir contemporaneo di tutt’altro genere che però per il momento non ha ancora trovato un editore”. 
 
Il pubblico dei lettori ha apprezzato?
 
“Con tutti i limiti di uno scrittore esordiente che ha alle spalle un piccolo editore, e non un colosso librario, il romanzo sta andando abbastanza bene. E’ uscito a giugno dello scorso anno e ristampato a dicembre e si vende ancora adesso, anche grazie alle presentazioni che continuo a fare in giro. E i commenti sono stati positivi, molti lettori mi hanno scritto per complimentarsi e per chiedere un seguito alle indagini del maggiore Morosini, che è in protagonista del romanzo”.
 
Stai preparando un nuovo romanzo, sempre un noir ? Sempre ambientato nel passato ?
 
“E’ già pronto “Una donna di troppo”, sempre a cura dalle Edizioni Angolo Manzoni, che però non uscirà prima di settembre. Ed è in effetti un sequel di “Morire è un attimo”, con Morosini e altri personaggi contenuti nel primo romanzo. Anche questo è ambientato nel 1935, nell’immediata vigilia della guerra con l’Abissinia, ma stavolta l’investigatore si sposterà dall’Eritrea alla Somalia”.
 
Sai già dove presentarai il tuo lavoro la prossima volta ? 
 
“La prossima presentazione è in programma il 5 giugno a Pinerolo, nell’ambito della manifestazione “Maggio Libri”, organizzata dal Comune”.
 
Noria Nalli

  [ Indietro ]  Stampa questo articolo

 
 

Attività Economiche
Numeri Utili
I Servizi
Storia e Cultura
Il Territorio
Cinema
Download
Link Consigliati
Il ghetto di Chieri
I Catari
I Templari a Chieri
I Re e gli Imperatori a Chieri
I Papi
Chieri nella Preistoria
Chieri nell'Epoca Romana
I Dolci
La Bagna Cauda
I vini tipici di Chieri
I Rubatà di Chieri
Il Duomo di Chieri
A.S.D. Chieri Rugby
A.s.d. San Giacomo Chieri
Chieri Calcio
Paralimpiadi Torino 2006
Biglietteria Torino 2006
Olimpiadi Torino 2006
Addizionali IRPEF

 
 
 
Quale azione ritieni prioritaria per il Chierese?
edilizia abitativa
favorire nuovi insediamenti industriali
favorire la creazione di un centro direzionale per aziende di servizi
parcheggi e viabilità
riorganizzazione del centro storico
potenziare l'ASL
servizi sociali
 
Chieri